facebook rss

Campagna elettorale trasparente:
ecco quanto spenderanno
i sette candidati sindaci

OSIMO - I costi stimati per i 30 giorni di campagna elettorale oscillano dai 7.000 euro delle Liste civiche agli 8.100 della coalizione di centro sinistra. Il M5S ipotizza di toccare quota 3.000 euro e la Lega 3.300 mentre le liste 'Progetto Osimo' e Osimo Futura' si attesteranno sui 18.000 euro. 'Difendi Osimo' si fermerà a 2.400 euro, 'Territorio Comunità' a 1.500. Gli Scout e Confidustria organizzano i primi confronti con tutti i candidati e lunedì prossimo si procederà alla nomina degli scrutatori
Print Friendly, PDF & Email

I primi manifesti elettorali comparsi  un mese fa sugli spazi pubblcii di Osimo

 

 

Nella fase pre-elettorale,  i manifesti sequenziali sistemati ai margini delle strade, costavano in media 54 euro l’uno (comprensivi di installazione e tassa affissioni), quelli ‘fuori spazio’ (attaccati ad esempio ai lampioni) 10 euro ciascuno. Ma nel kit dei candidati non possono non essere inclusi i ‘santini’ (il costo di 200 ammonta in media 12 euro) ed i volantini con foto e programma elettorale.Mille si pagano al massimo 100 euro.

Più corposo l’investimento per affittare una ‘vela’ itinerante: la stampa dei due manifesti 6×3 ammonta a 80 euro, il noleggio del mezzo a 35 euro al giorno. A tutto questo si aggiungono le spese per le spedizioni postali, le sedute fotografiche, le telefonate per raggiungere gli elettori e il carburante per le auto. Candidarsi alle amministrative 2019, insomma, costa qualcosa in termini di soldi e tempo. Ma sotto il profilo economico la campagna elettorale dei candidati in corsa per la poltrona di sindaco di Osimo si profila già low cost.

Nel rispetto dell’operazione-trasparenza voluta dalla legge, ieri sono stati pubblicati all’albo pretorio i preventivi delle spese elettorali stimati dai vari schieramenti per i trenta giorni dall’apertura delle urne, tutte autofinanziate. I 140 candidati al consiglio comunale delle 6 Liste civiche che sostengono Dino Latini (Su la Testa, Patto sociale, Lista Green, Lista noi azzurri per Latini, Uniti per Latini e Osimo Civica) ipotizzano di improntare un costo di 50 euro a testa, 7.000 euro complessivi, mentre i 120 aspiranti consiglieri delle 5 liste che formano l’esercito di centrosinistra di Simone Pugnaloni si attesteranno su un totale di 8.100 euro (2.800 euro il Pd; 754 i Popolari Uniti per Osimo; 1.500 euro Energia Nuova; 1.500 Ecologia e Futuro e 1.550 OsiAmo).

La Lega impegnerà in tutto 3.300 euro: 2.250 per le spese della lista e 1.050 per quelle del candidato sindaco Alberto Maria Alessandrini. Le liste che appoggiano il candidato sindaco Achille Ginnetti si attesteranno invece sui 18.000 euro con ‘Progetto Osimo’ che destinerà alla pubblicità circa 3.000 euro per il ‘sindaco’ e 5.000 per i candidati consiglieri, oltre a 1.000 per la lista nel suo complesso. Idem per ‘Osimo Futura’. In via preventiva il candidato sindaco del M5S, David Monticelli, si fermerà a 3.000 euro complessivi per la campagna elettorale mentre non sono previsti costi per i 24 candidati al consiglio comunale. Maria Grazia Mariani e i 23 ‘consiglieri’ di ‘Difendi Osimo’ infine prevedono di toccare in tutto quota 2.400 euro mentre Fabio Pasquinelli e ‘Territorio Comunità’ andranno a risparmio con una nota spese complessiva di 1.500 euro.

La campagna elettorale osimana sarà quindi agguerrita ma economica e sobria. Per ora nessuna cena, qualche aperitivo o caffè, pochissimi i manifesti affissi in città anche perché quelli ‘fuori spazio’ sono stati tutti oscurati per legge e mancano all’appello diversi  tabelloni elettorali ancora da installare. Ieri, giornata di mercato ambulante, è stata notata la presenza di diversi candidati sindaco a consegnare volantini e depliant nei vari banchetti sistemati lungo Corso Mazzini.

Maria Grazia Mariani durante un incontro elettorale a Passatempo

Già fissate inoltre le prime date per il confronto tra i sette in corsa per Palazzo comunale. Gli scout di Osimo hanno invitato i ‘sindaci’ ad un primo faccia a faccia il prossimo 16 maggio alle 21 nei locali della parrocchia della Misericordia mentre Confindustria ha dato appuntamento a tutti e sette i candidati al prossimo 23 maggio alle 10.30 nei locali della azienda Accorroni di via D’Ancona. Prima, lunedì prossimo 6 maggio, la commissione elettorale comunale alle 12,30 procederà alla nomina dei 134 scrutatori da destinare ai 33 seggi di Osimo per le elezioni euopee e amministrative del 26 maggio.

(m.p.c.)

Simone Pugnaloni  (Pd) ieri mattina al banchetto di OsiAmo, una lista della sua coalizione, in corso Mazzini

Dino Latini al comizio del Primo Maggio al centro Cucca di Padiglione

Lo stand di Territorio Comunità che sostiene il ‘sindaco’ Fabio Pasquinelli in piazza Boccolino

Print Friendly, PDF & Email


Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X