facebook rss

Comunali: padri, figli e cugini contro
Ecco il popolo dei candidati consiglieri

OSIMO - Conto alla rovescia per il deposito delle liste elettorali. Tra i nomi di spicco scelti da Dino Latini (liste civiche) c'è l’ex sindaco di Offagna Stefano Gatto, dimissionario prima del dissesto finanziario, e quello di Manfredi Balboni Acqua, figlio dell’ambasciatore e parente del candidato sindaco leghista. Simone Pugnaloni (Pd) punta sulla bellezza di Laura Schiavoni finalista a Miss Italia 2018, David Monticelli (M5S) su Raffaella Rango, la pasionaria dell’asilo ‘Arca dei Bimbi’ soffocato dai cattivi odori. Maria Grazia Mariani (Difendi Osimo) ottiene il sostegno del conte Pierstefano Gallo Perozzi mentre il figlio dell’assessore Pd Bernardini sarà in lista con la Lega e Alberto Maria Alessandrini
Print Friendly, PDF & Email

Osimo, palazzo comunale

 

Mancano diversi tasselli per completare il mosaico. Ma sta per scattare il conto alla rovescia per depositare, a partire dalle ore 8 del 26 Aprile ed entro mezzogiorno del 27, liste, candidature e simboli per partecipare alla elezioni comunali. Tra omonimie e parenti impegnati su fronti opposti, come spesso accade in ogni competizione elettorale, i candidati osimani al consiglio comunale, un ‘popolo’ vasto, saranno centinaia se le liste a sostegno dei sette ‘sindaci’ in corsa saranno davvero in tutto una ventina.

I rumors raccontano intanto che Dino Latini (Liste Civiche) tirerà dentro ‘Su la Testa’ (una delle sue 6 liste) tra i 24 nomi l’ex sindaco di Offagna, Stefano Gatto, ex esponente del Pd. Con le sue dimissioni nel marzo del 2015, aprì la porta del palazzo comunale nel borgo medievale al commissario prefettizio che dichiarò poi il dissesto finanziario dell’ente locale. Ma tra i big l’ex sindaco delle liste civiche di nuovo in corsa schiererà nella lista ammiraglia anche Manfredi Balboni Acqua, consulente d’impresa, figlio dell’ex ambasciatore italiano presso la Santa Sede nonché cugino del candidato sindaco della Lega, Alberto Maria Alessandrini. Oltre ai nomi storici dei movimenti civici, come quelli delle consigliere comunali uscenti Gilberta Giacchetti e Monica Bordoni, entreranno come candidati di ‘Su la testa’ anche Rosalia Alocco, portavoce di ‘C’Entro’ il comitato dei residenti del centro storico, la psicologa Martina Bora; Stefano Orlandoni ex pilota e presidente della Dribbling Calcio di Osimo Stazione ed il commerciante Pierluigi Bambozzi.

Il cuore della città dei senza testa: piazza Boccolino e palazzo comunale (foto Bruno Severini)

Nella coalizione di centro sinistra, correranno invece ancora a fianco del sindaco uscente Simone Pugnaloni (Pd più altre 4 liste civiche) la presidente del consiglio comunale Paola Andreoni e il vice sindaco Mauro Pellegrini, insieme (probabilmente) tutti gli attuali assessori: Michela Glorio, Federica Gatto, Annalisa Pagliarecci, Daniele Bernardini, Flavio Cardinali ed Alex Andreoli. Ma asaranno della partita anche il manager in pensione Luigi Persiani, ex a.d. della Sogemi e già amministratore unico di Astea Servizi. Tra i consiglieri comunali mancheranno invece Gabriella Sabbatini, Mirco Capotondo e Lanfranco Migliozzi che hanno deciso di terminare la loro esperienza politica con la chiusura della legislatura appena scaduta. Le new entry del Pd saranno rappresentate da Massimo Luna, amministratore unico di Tpl Osimo (partecipata della Park.o), e Cristiano Pirani amministratore di Osimo Servizi, mentre faranno parte della neonata lista OsiAmo due bellissime: Laura Schiavoni finalista a Miss Italia 2018 e Naomi Vignoni, studentessa 18enne, eletta Miss Corridoni Campana per due volte.

Tra i 24 in corsa per il sindaco del Movimento 5 Stelle, David Monticelli, invece spiccano i nomi di Raffaella Rango, dipendente del Comune di Jesi, la mamma pasionaria dell’asilo ‘Arca dei Bimbi’ di San Biagio afflitto dai cattivi odori e monitorato dalla indagini Arpam. Faranno parte del team anche Sandro Virgini, direttore della Corale Borroni e Elisabetta Benfatto, poliziotta in pensione per molti anni in servizio alla Questura di Ancona. Sarà in lista, contravvenendo all’annuncio dato  nella Sala Gialla qualche settimana fa, anche la consigliera comunale uscente Sara Andreoli.

Lo skyline di Osimo, con il ‘grattacielo’ di via Leopardi

Anche il ‘sindaco’ Alberto Maria Alessandrini (Lega) scommette su altrettanti nomi conosciuti in città. Rispettando i pronostici della vigilia lo sosterrà anche il medico Alessio Bernardini, figlio dell’assessore democrat Daniele (in lista con Simone Pugnaloni). Famiglia quindi divisa nmel segreto dell’urna. Ma nella lista figureranno anche Franca Magnalardo, coordinatrice del partito e consulente aziendale in pensione, l’avvocato Saverio Catanzariti ed il geometra Giorgi Paolo, impegnato nel volontariato socio sanitario, e già presidente della Croce Rossa-comitato di Osimo.  Della lista di Maria Grazia Mariani (Difendi Osimo) per ora si conoscono solo il nome dell’ingegnere Giorgio Magi e dell’imprenditore Pierstefano Gallo Perozzi, discendente dei conti Gallo di Osimo, già candidato nel 2014 mentre in quella in Fabio Pasquinelli (Territorio Comunità) è certa la presenza del consigliere comunale uscente Carlo Catena. Blindatissima infine la lista o le due liste in fase di allestimento del medico Achille Ginnetti (Progetto Osimo).

 

Print Friendly, PDF & Email


Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X