facebook rss

‘Territorio Comunità’
misura le polveri sottili

OSIMO – Domani la Lista che sostiene Fabio Pasquinelli sarà ad Osimo Stazione ad indagare sulla situazione PM 10 e PM 2,5 in una zona ad intenso traffico
Print Friendly, PDF & Email

Fabio Pasquinelli (foto Giusy Marinelli)

«C’è chi la parola ecologia la abbina ad un logo utile a trasformare la democrazia in un ‘mercato elettorale’ e chi la trasforma in azioni concrete a favore della salute dei cittadini. Territorio Comunità ha la buona abitudine di tradurre nei fatti la propria sensibilità ambientale». Il candidato sindaco Fabio Pasquinelli annuncia che domani, venerdì 17 maggio, alle 12, la Lista Territorio Comunità sarà ad Osimo Stazione per rilevare le polveri sottili PM 10 e PM 2,5. «Contestualmente, la stampa è invitata per una rilevazione in diretta».

L’area d’alternativa che fa capo all’avvocato osimano ha intenzione di dotare ogni consiglio di quartiere di un rilevatore antismog digitale per indagare efficacemente su un fenomeno che impatta sulla salute di tutti ed è stato, «per troppo tempo, trascurato». L’itinerario della compagine che appoggia Pasquinelli prevedeva, per la stessa data, una manifestazione in centro che non è stata autorizzata dall’amministrazione. «Questi abusi -incalza il candidato- sono tossici e avvelenano il clima elettorale ma non sono nuovi. Accadevano quando amministravano Latini e Ginnetti, accadono oggi che amministra Pugnaloni con il Pd e la sedicente ‘sinistra’. Inutile aggiungere che in questo Paese le regole non sono uguali per tutti, quando a Salvini ed alla Lega Nord viene permesso di bloccare per un giorno intero una città, al Movimento 5 Stelle di fare comizi per mezza giornata con il palco della Asso, mentre a noi vengono applicati restrittivamente, pretestuosamente ed illegittimamente, leggi e regolamenti».

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page