facebook rss

Salgono a 23 i contagi nell’Anconetano:
tre sono medici di Torrette
Evacuata Medicina d’urgenza

CORONAVIRUS - Il Gores ha registrato altri quattro casi nella provincia. Nelle Marche sono 981 le persone in isolamento domiciliare, di queste 79 con sintomi influenzali. Tre dottori del pronto soccorso, già in isolamento volontario, sono risultati positivi al tampone: saranno sanificati i locali
Print Friendly, PDF & Email

 

La tende ed il container di pre triage montati  ieri all’esterno del pronto soccorso dell’ospedale di Torrette come percorso ‘protetto’ per i pazienti

 

 

Salgono a 23 i casi di Coronavirus ad Ancona. Quattro in più quindi rispetto a quelli che erano stati registrati fino a ieri. Nel complesso i contagiati nelle Marche sono 159, 25 in più oggi rispetto ai casi di ieri. Divisi per province, in quella di Macerata sono 7 i casi, a Pesaro e Urbino 126, in quella di Fermo tre. Delle persone che sono state contagiate, 20 si trovano ricoverate in terapia intensiva, mentre altri 73 sono in ospedale e 62 sono in isolamento domiciliare. Questi i dati aggiornati del Gores. Si parla inoltre di 981 persone che sono in isolamento volontario a casa e tra queste 79 mostrano sintomi influenzali. Tra chi è in isolamento ci sono anche 183 operatori sanitari.

Il bollettino include tra i contagiati da Covid 19 anche il personale medico e infermieristico. In particolare ieri tre medici del pronto soccorso dell’ospedale di Torrette, già in isolamento volontario, sono risultati positivi al tampone ed il reparto di Medicina d’urgenza verrà evacuato per sanificare i locali. I pazienti ricoverati all’Obi per varie patologie saranno ridistribuiti in altre unità operative dell’ospedale o se possibile dimessi. I test hanno rilevato il contagio per un medico di medicina d’urgenza che si trova al piano superiore del Pronto soccorso ma anche per dei medici del piano terra che nei giorni scorsi sono entrati in contatto con pazienti positivi e continuano a restare in isolamento forzato. Tre unità di personale sanitario del pronto soccorso dell’ospedale Inrca-Osimo sono inoltre in isolamento volontaria a casa. In provincia di Ancona anche l’ospedale ‘Carlo Urbani’ di Jesi ora è in prima linea per la cura di pazienti affetti da Coronavirus. Ieri ne sono stati ricoverati due: una donna in terapia intensiva e un anziano all’Obi.

(Servizio in aggiornamento)



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X