facebook rss

Ambulatorio di Pediatria chiuso,
va dai carabinieri
anche il senatore Sergio Romagnoli

FABRIANO - «La madre di una bambina disabile mi ha avvertito. Sono andato subito all'ospedale e ho constatato non c'era nemmeno un avviso affisso» racconta il parlamentare Mt5S che ha depositato una querela come il sindaco Gabriele Santarelli e ha chiesto una riunione urgente con il ministro Speranza
Print Friendly, PDF & Email

Una protesta del senatore Sergio Romagnoli davanti all’ospedale di Fabtriano

Sergio Romagnoli

 

Anche il senatore del M5S, Sergio Romagnoli, come il sindaco Gabriele Santarelli, stamattina si è recato dai carabinieri per sporgere querela per interruzione di pubblico servizio contro la chiusura improvvisa dell’ambulatorio di Pediatria dell’ospedale di Fabriano. I contorni della vicenda si fanno più netti e delineati con il racconto del parlamentare marchigiano. «Questa mattina, senza nessun preavviso all’utenza, è rimasto chiuso l’ambulatorio di pediatria dell’Ospedale di Fabriano. Un atto gravissimo – bolla così il provvedimento il senatore – contro il quale ho presentato formale querela ai Carabinieri per interruzione di pubblico servizio. Una madre di bambina disabile mi ha avvertito che l’ambulatorio di pediatria era chiuso. Sono andato subito sul posto e ho constatato non solo la chiusura ma anche il fatto che incredibilmente nessuno era stato informato preventivamente né che era stato affisso nessun avviso. Quindi mi sono recato immediatamente presso la locale stazione dei Carabinieri dove ho presentato formale querela. Basta, non può continuare lo smantellamento dell’Ospedale di Fabriano, un ospedale peraltro montano, da sempre punto di riferimento per una area che raccoglie decine di migliaia di famiglie».

Romagnoli passa in rassegna con amarezza i passaggi che nel corso degli ultimi mesi hanno portato alla chiusura del Punto Nascita, «per il quale ho presentato una apposita interrogazione parlamentare» ricorda, e alla mancata nomina del primario di Ortopedia «dopo oltre 2 mesi dal pensionamento, fatto per il quale ho scritto una lettera al direttore dell’Area Vasta 2 non ricevendo ancora nessuna risposta». Secondo Sergio Romagnoli da anni l’ospedale fabrianese «subisce una costante diminuzione del personale, compreso il Pronto Soccorso. Il governatore della regione Marche, Ceriscioli e il direttore dell’Area Vasta 2, Guidi, hanno gravissime responsabilità che chiedo vengano accertate nelle sedi competenti. Ancora prima di questo ultimo scandaloso episodio ho richiesto una riunione urgente con il ministro della Salute Speranza e sono ancora in attesa di incontrarlo. Ovviamente continuerò nella mia azione a favore dell’Ospedale di Fabriano e non mi fermerò fino a quando non ci sarà una inversione di tendenza” conclude il senatore Romagnoli.

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page