facebook rss

Tragedia di Rigopiano,
archiviazione per 22 indagati

DRAMMA - La decisione presa dal gip di Pescara. Escono dall'inchiesta tre ex governatori e diversi assessori. Sotto la valanga erano morti anche Dino Di Michelangelo e la moglie Marina Serraiocco di Osimo
Print Friendly, PDF & Email

 

I soccorsi a Rigopiano

Marina Serraiocco e Dino Di Michelangelo

 

Rigopiano, archiviazione per 22 indagati. Tra loro anche tre ex governatori dell’Abruzzo. La decisione è arrivata dal gip del tribunale di Pescara Nicola Colantonio. All’hotel Rigopiano, il 18 gennaio 2017, erano morte 29 persone a causa di una valanga che travolse l’albergo. Due i morti del maceratese: Marco Tanda, 25 anni, di Castelraimondo, e Emanuele Bonifazi, 31 anni, di Pioraco, due morti per Osimo, il poliziotto Dino Di Michelangelo e sua moglie Marina Serraiocco, commerciante. Il giudice nel dispositivo con cui archivia la posizione di 22 persone scrive che «Le risultanze investigative non permettono di sostenere l’accusa in giudizio». Archiviazione per gli ex governatori della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso, Ottaviano Del Turco e Gianni Chiodi. Niente processo anche per gli assessori che si sono succeduti alla Protezione civile, Tommaso Ginoble, Daniela Stati, Mahmoud Srour, Gianfranco Giuliante e Mario Mazzocca e, tra gli altri, l’ex sottosegretario alla Giustizia Federica Chiavaroli e l’ex vice presidente della Regione Enrico Paolini. A chiedere l’archiviazione erano stati il procuratore capo Massimiliano Serpi e il sostituto Andrea Papalia. Una richiesta alla quale si erano opposti gli avvocati dei famigliari delle 29 vittime.

 

Print Friendly, PDF & Email


Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page