facebook rss

Comitato Pasteur su ospedale
di Osimo: “E’ a rischio chiusura?”

SANITA' - L'associazione che si occupa di prevenzione sanitari saputo dei servizi dimezzati al Cup per la carenza di personale teme che "prima o poi questa struttura sanitaria che ora appartiene all’Inrca di Ancona, con il placet dell’amministrazione di Osimo, venga chiusa definitivamente. Ma che sta succedendo?" si domanda
Print Friendly, PDF & Email

L’ospedale di Osimo Ss.Benvenuto e Rocco

Siamo stati sollecitati e sono stati portati all’ attenzione della nostra Associazione – Onlus Comitato Pasteur, che da tempo si occupa di prevenzione e salute nel territorio osimano, alcune situazioni che mettono a rischio i servizi all’interno dell’Ospedale di Osimo. La preoccupazione è che prima o poi questa struttura sanitaria che ora appartiene all’Inrca di Ancona, con il placet dell’amministrazione di Osimo, venga chiusa definitivamente. Ma che sta succedendo?” A domandarselo è l’Associazione Onlus Comitato Pasteur di Osimo. “E’ vero che è iniziato il periodo delle ferie – prosegue il comitato – ma ci viene riferito da più voci che la cassa ticket resta chiusa pomeriggio nonostante l’attività ambulatoriale e si deve tornare per il pagamento; le prenotazioni Cup in sono estrema difficoltà, con chiusura per alcuni giorni; alcuni interventi chirurgici sono stati rinviati per carenza di personale medico; vi è carenza di personale per il laboratorio analisi e inoltre ci viene riferito che il personale ausiliario Oss gestito da una cooperativa non verrà confermato, venendo a mancare all’ interno dell’ospedale quella figura di supporto per i vari reparti e servizi importante. Non dimentichiamo infine il disagio già presente da alcuni mesi per i cittadini che hanno necessità di farmaci (cardiologici, neoplastici, per malattie croniche..) dispensati solo dalle farmacie ospedaliere, debbono rivolgersi ad Ancona e non più all’ Ospedale di Osimo. Le tante attività dell’ospedale sono congelate per carenza di personale”. Le ultime domande il Comitato Pasteur le rivolge all’amministrazione comunale. “Conosce questa situazione? Che cosa sta facendo in merito? Sollecitiamo chi di competenza a dare risposte e chiarire in che modo superare tutte queste criticità” chiude.



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X